Passeggiando tra “Ruderi…Cibo e Vino” con la Compagnia del Cibo Sincero Sicilia

 

LOGO CCS SICILIA

 

 

 

Una domenica, intensa, ricca di attività, all’insegna del vino e del cibo semplice e genuino, organizzata dalla Compagnia del Cibo Sincero Sicilia

Di Paola Armato

Soci della CCS Sicilia

Il 12 marzo 2017 , alle ore 9.00, arrivano puntuali i soci di Palermo e gli amici di Burgio, tra i ruderi di Poggioreale, la “città fantasma” in provincia di Trapani, distrutta dal terremoto del ’68. A guidarci il Presidente dell’Associazione Culturale Poggioreale Giacinto Musso che “per non dimenticare” ci racconta le iniziative intraprese, primo fra tutti la cerimonia della Commemorazione delle Vittime del terremoto del ’68, realizzata già nel mese di gennaio scorso. Al fine di valorizzare la suggestiva bellezza storica-architettonica-artistica dei ruderi in occasione dei prossimi festeggiamenti di San Giuseppe nei locali dell’ex scuola elementare sarà realizzato un “Altare” con i dolci tipici del luogo. Ormai sono le 11.00 è tempo di andare.

Gli spaghetti di Feudo Mondello

Pastificio Feudo Mondello

Alle ore 11.30 circa raggiungiamo il “Pastificio Feudo Mondello”, dove ci attendeno i fratelli Agosta Vincenzo e Alberto con la moglie Nina. E’ una splendida giornata di sole, il Pastificio ubicato in un luogo incantevole, a pochi Km dai ruderi, è circondato da centinaia di ettari verdi di lussureggiante grano duro. In questo luogo incantato si apre e si chiude la filiera del grano duro. Il grano che sarà trebbiato presumibilmente dal 10 al 20 giugno e sarà macinato nel mulino a pietra del Consorzio Feudo Mondello secondo l’antica tradizione della molitura artigianale. Guidati da Alberto, ci accingiamo alla visita del Pastificio, tutte le varie fasi sono meccanizzate, il grano duro viene setacciato e poi macinato per ottenere la semola grezza che viene impastata con acqua purissima secondo le regole dell’antica lavorazione manuale. L’impasto viene quindi trafilato e successivamente la pasta nei vari formati viene immessa negli essiccatoi.

Un essicamento molto lento che può prolungarsi per diverse ore ci spiega Alberto. Soddisfatti i partecipanti, con un po’ di rammarico lasciano l’Azienda Feudo Mondello con la sua splendida cornice, dove la Compagnia del Cibo Sincero Sicilia si è riservata di ritornare per assistere alla Trebbiatura del grano.

Il Baglio “A Cannara”

Sala Baglio A Cannara...

il tempo scorre in fretta, raggiungiamo Camporeale dove la famiglia Marino ci attende. Alle 14.00 siamo tutti seduti nell’accogliente sala del Baglio “A Cannara” per il pranzo, dove vengono servite le pietanze preparate dalla Signora Vincenza, con i prodotti del territorio all’insegna del cibo genuino ed a km 0.

Antipasto

 

 

 

 

 

 

 

Si comincia con l’antipasto tipico Camporealese ricco di verdure appena raccolte come il finocchietto, i carciofi e la cicoria il pomodoro essicato al sole imbottito e la polpetta di pane.

Pappardelle al ragù di cinghiale

 

 

 

 

 

A seguire le pappardelle al ragù di cinghiale succulente e gustose.

Maialino al ciocco

 

 

 

 

 

 

 

Saporitissimo il filetto di maialino al ciocco.

Cassatelle

 

 

 

 

 

A conclusione le cassatelle di Camporeale.

In abbinamento alle portate i vini  biologici dell’Azienda Marino:

Vini dell' azienda Marino

 

 

 

 

 

 

 

– Nero d’Avola 2014 Terre Siciliane colore rosso intenso rubino, speziato al naso che richiama note di caffe e ribes, in bocca è di grande corpo con tannini importanti ed equilibrati.

– Syrah 2015 di colore rosso rubino con  sfumature violacee, al naso risulta intenso, con sentori fruttati, in bocca   ha una buona struttura e persistenza.

Bio-wine tasting 

A guidare la degustazione Giuseppe Di Marco che ha fatto emergere la mineralità e la bevibilità dei vini Marino.

-Blend  2016 “Catarratto” (vitigno autoctono siciliano a bacca bianca ) e Chardonnay (un vitigno cosiddetto “internazionale” coltivato in tutte le aree viticole del mondo), di colore giallo paglierino; al naso  arrivano profumi floreali  che si ritrovano in bocca, vino con un buon corpo.

-Grillo Terre Siciliane IGT 2016 – dal colore giallo paglierino, con profumi agrumati;

Catarratto Terre Siciliane IGT 2015 – dal colore giallo paglierino, al naso si avvertono profumi floreali con note di frutta esotica, in bocca ha un  sapore pieno, fresco e persistente;

Nero d’Avola 2015 –  rosso rubino intenso con riflessi violacei, al naso intenso, speziato con note di caffè e profumi di frutti di bosco.

Si è fatto tardi, si torna a casa contenti, soddisfatti, storditi dal sole e dalle emozioni, tenendo tra le mani una confezione di spaghetti o una bottiglia di vino!
Foto di Rosario Miceli

reportage fotografico sulla pagina facebook della Compagnia del Cibo Sincero Sicilia https://www.facebook.com/Compagnia-del-Cibo-Sincero-Sicilia-312032802319055/

 

 

 

 

 

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.