La Gubana come tradizione comanda…

La Gubana è un tipico e rinomato dolce del Friuli, preparato con pasta lievitata ripiena di uva passa, noci, pinoli e altri ingredienti che ogni famiglia serba in tra segreto. Nel libro “Mangiare e bere friulano”l’autrice Giuseppina Perusini, scrive che la parola gubana deriva da -guba- termine sloveno che significa piega e fa riferimento a raccolte di ricette d’epoca medievale e rinascimentale, nelle quali si ritrovano testimonianze di un dolce ripieno di un trito di noci, mandorle, fichi, datteri e miele con cui si farcivano due sfoglie di pasta…

Giacomo Brandolin e la sua mamma

Non è così antica ma di sicuro risale al secolo scorso la ricetta della gubana con cui il giovane Giacomo Brandolin ha avviato la sua bella realtà imprenditoriale, con la determinazione di recuperare e far conoscere una ricetta artigianale degli anni trenta, ereditata dalla nonna Maria.La Gubana nasce sul confine orientale tra Italia e Slovenia come dolce pasquale e naturalmente anche nonna Maria il sabato di Pasqua ne preparava in gran numero, le cuoceva nel forno della zia che si trovava oltre confine e poi le regalava ad amici e parenti. Non è stato semplice , racconta Giacomo, riuscire a creare una ricetta scritta con la grammatura precisa degli ingredienti perché la nonna “andava ad occhio o a un tanto”… Ci sono voluti mesi per raggiungere, pesando gli ingredienti, la stessa gubana che la nonna preparava quasi a occhi chiusi. La pazienza e la costanza sono stati premiati dal risultato. La Gubana de L’Antica Ricetta, questo è il nome scelto da Giacomo Brandolin per la sua ditta, è un dolce che colpisce già con il suo profumo. In bocca è soffice, si sentono tutti gli ingredienti che non perdono il loro sapore e non si sovrappongono, creando un amalgama perfettamente equilibrato. La gubana è soffice, non ha bisogno di essere intinta in alcun distillato o vino dolce, come si usa solitamente fare. Però Giacomo ha pensato a un abbinamento che si è dimostrato vincente, quello con l’Elisir di noce SanZuan.

Elisir di noci SanZuan

Si tratta di un infuso di noci raccolte la notte del 23 giugno, come tradizione vuole, ma, com’è comprensibile, vi sono altri ingredienti segreti che rendono unico l’elisir SanZuan. Elegante anche la bottiglia con la testa del tappo in prezioso legno di noce.

Queste sono le buone notizie del mondo del lavoro: convinzione, fermezza e volontà nel segno della tradizione, guardando verso il futuro.

Giuditta Dina Lagonigro

lanticaricetta.com – email: info@lanticaricetta.com – Via Capriva,10 Cormons (Go)

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.